Menu

Studio di sistemazione aree esterne ambito ospedaliero

Il progetto di sistemazione paesaggistica, che a sua volta concerne le aree circostanti il nuovo intervento di insediamento residenziale e LA viabilità di penetrazione è collocato nel territorio di Flero.
Cliente
PRIVATO

Tipologia Intervento

Paesaggio

Anno

2010

Place

BRESCIA

Punto di partenza analisi del paesaggio, fonti storiche e normative vigenti

Gli elementi significativi che caratterizzano il paesaggio agrario all’interno del quale si inserisce l’area oggetto d’intervento, come i prati stabili, la vegetazione spontanea, i filari, le rogge.

Per la parte progettuale si sono affrontati i diversi elementi così caratterizzati: – I Filari, sistema caratteristico del tessuto agricolo circostante; elemento identificativo del sistema del paesaggio agrario fortemente appartenente alla pianura lombarda.

– Gli esemplari: come in tutte le sistemazioni paesaggistiche e dopo una attenta analisi del tessuto arboreo esistente si rende necessario mantenere le piante in buona salute e di aspetto e portamento esemplare come nel nostro caso la Lagestroemia.

– Il Brolo: si è pensato di inserire una citazione dell’antico Brolo andando a disegnare dei percorsi che disegnano sul territorio un’intreccio.

– La pista ciclopedonale: oltre ai percorsi esistente che verranno mantenuti uno degli elementi di continuità è la pistaciclopedonale che si sviluppa all’interno di tutto il sedime dell’area di trasformazione andando ad intercettare la rete della pista ciclopedonale esistente. 

– I pergolati: elemento che si vuole riprendere la memoria dei frutteti vitati e degli orti annessi alla Chiesa sono i pergolati inseriti nel verde di pertinenza della Chiesa e della Canonica rispettando i percorsi storici mantenuti si alternano a donare ombra e colore.

– Il Prato, Le aree agricole, Le rogge e i canali: questi elementi, che non necessitano di particolari descrizioni, sono stati evidenziati dal progetto per i loro aspetti determinanti per il riconoscimento del paesaggio agricolo circostante. 

– I cespugli fioriti: altro elemento caratterizzante il progetto è l’inserimento di cespugli lungo i muri dell’antica cascina come elemento caratteristico dei muri delle cascine lombarde.

Il sistema del verde misto di progetto:

– Le corti: il sistema delle corti diviene elemento conoscitivo del paesaggio agricolo nel momento stesso in cui ci si pone l’obiettivo di mantenerle tutelando il tessuto urbano delle cascine lombarde.

– Il Sagrato: come già evidenziato nel sistema precedente, delle corti, si evidenzia il Sagrato come elemento del progetto di sistemazione paesaggistica per la sua valenza, e significato di spazio all’aperto, assoluto emblema di ritrovo, di piazza aperta, luogo della collettività.

– Il tetto verde e le pareti verdi: per quanto riguarda la zona di nuova edificazione il progetto architettonico si pone l’obiettivo di inserimento nel contesto agricolo e l’obiettivo di risparmio energetico con il rispetto delle norme vigenti in materia cercando con scelte tecnologiche avanzate di poter essere compatibile con l’ambiente in generale e integrandosi con l’ambiente circostante.

– Il Parcheggio: la realizzazione di un parcheggio all’aperto alberato, come le prescrizione del PRG vigente, ha permesso al progetto di riqualificazione paesaggistica di connotare lo spazio di pertinenza del manufatto esistente che verrà demolito, con l’esaltazione dei sistemi dei filari e dei campi agricoli seminativi, confinanti.

×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi