L’Orto Botanico di Roma

Tra i tanti monumenti e bellezze che ci sono da visitare a Roma una puntatina fuori dall’ordinario la fare all’Orto Botanico.

L’Orto botanico di Roma è situato alle pendici del Gianicolo, nell’antico parco di villa Corsini, un tempo residenza di Cristina di Svezia.

Tra l’altro una volta lasciato l’Orto si può proseguire per arrivare al punto panoramico per godere di una splendida vista sulla città e sulla riva destra del Tevere.

L’Orto botanico di Roma ha attualmente un’estensione di 12 ettari, in posizione riparata sul pendio del Gianicolo volto a nordest e assolata nella parte pianeggiante. L’irrigazione e alcuni ruscelli dotati di colture acquatiche sono alimentati dal soprastante acquedotto dell’Acqua Paola.

 

Il giardino ospita attualmente oltre 3000 specie vegetali. Si danno qui solo alcuni cenni sull’organizzazione di massima delle zone espositive.

Nella parte inferiore si incontrano:

orto dei semplici e giardino degli aromi;

palme;

piante acquatiche;

serre e collezioni di piante succulente;

boschetti di bambu, valletta delle felci.

 

Nella parte superiore della collina è stata conservata la struttura arborea originale, lasciata a bosco mediterraneo di sempreverdi.

    Al di sotto, in direzione del palazzo, è stata installata la collezione di conifere.

Nella parte superiore sono installati anche il roseto e il giardino giapponese, progettato dall’architetto Ken Nakajima, creatore anche del giardino dell’Istituto Giapponese di Cultura in Roma.