Ice Hotel – Kiruna (Svezia)

L’Ice Hotel è un hotel di ghiaccio, situato a Jukkasjärvi, 14 km a est di Kiruna, la città più settentrionale della Svezia.

È stato il primo hotel di ghiaccio del mondo ed è ricostruito ogni anno con blocchi di ghiaccio prelevati dal vicino fiume Torne , contestualmente allo svolgimento dell’annuale festival di scultura del ghiaccio. La struttura svolge la sua regolare attività alberghiera da dicembre ad aprile di ciascun anno e ospita annualmente circa 50.000 visitatori.

Il suo costante successo ha creato un fenomeno che ha favorito la creazione di strutture analoghe nel resto della Scandinavia e in svariate località del mondo.

 

 

 

 

Le caratteristiche

Il metodo di costruzione consiste nell’impiego dei blocchi di ghiaccio trasparente per pareti e pilastri; essi vengono tenuti insieme grazie all’impiego dello snice, ovvero una sorta di amalgama di neve e ghiaccio che sostituisce la funzione della malta utilizzata nell’edilizia comune. Lo snice viene poi utilizzato anche per i soffitti, alcuni muri divisori o altre strutture architettoniche: per modellarle a piacimento l’amalgama di neve compattata viene sparata da speciali cannoni in casseforme di acciaio, successivamente rimosse dopo il suo congelamento.

La sua costruzione è scandita da più fasi e richiede alcuni mesi. La prima si svolge in novembre e richiede le necessarie operazioni di prelievo e accantonamento dei blocchi di ghiaccio; successivamente si procede con la costruzione della struttura.

La seconda fase consiste nell’ospitare soltanto artisti del ghiaccio provenienti da tutto il mondo, che avranno il compito di scolpire le circa 10.000 tonnellate di blocchi di ghiaccio restanti per realizzare tavoli, sedie, divani, letti, vari arredi e le sculture che completeranno l’hotel.

All’inizio di gennaio la struttura alberghiera è completa ed è pronta per aprire al pubblico. Sviluppata tutta su un solo piano, essa comprende sempre un ampio atrio, una reception, l’Absolut Icebar, una piccola chiesa e circa una sessantina tra camere e suites, per un massimo di 100 ospiti; nonostante il rigido clima esterno, la temperatura all’interno dell’hotel si mantiene costante tra i -3 °C e i -8 °C.

Per il pernottamento vengono forniti degli speciali sacchi a pelo integrali analoghi a quelli in dotazione all’esercito svedese e pelli di renna. Per ragioni tecniche le camere non dispongono di servizi igienici: i bagni, le docce e l’immancabile sauna sono in una struttura attigua costruita in legno e materiali edilizi comuni che ospita anche il ristorante e una ventina di camere tradizionali riscaldate.

 

 

 

Le emozioni e le sensazioni

Assolutamente un’esperienza da fare.

Forse non ci dormirei mai ma vale la pena visitarel al struttura nel perido anche non apertura poiché l’Ice Hotel è un museo aperto tutto l’anno.

Tutti possono presentare un progetto e partecipare una volta selezionati far parte dello staff che andrà a realizzare le camere.

Un’esperienza “congelante” ma divertente e unica al mondo.