Il progetto del verde condominiale

Che cos’è il “verde condominiale”?

Il codice civile, tra le parti comuni elencate nell’art. 1117 c.c. indica il cortile, ossia quello spazio compreso tra le facciate interne dello stabile la cui precipua funzione è quella di dare luce ed aria alle parti di proprietà esclusiva.

La giurisprudenza, nel definire il concetto di cortile ha ricondotto nello stesso anche gli spazi verdi prospicienti lo stabile. In effetti la funzione , sostanzialmente è la stessa ed in più il verde comune conferisce maggiore gradevolezza all’edificio e se fruibile anche un miglior godimento della cosa condominiale.

 

I benefici del verde

Non ce ne accorgiamo, ma piante e fiori rivestono un’importanza vitale sul nostro benessere e, da sempre, la natura ricopre un ruolo fondamentale nella vita dell’uomo.

Per questo (ora più che mai) è importante riconoscerne le virtù e sfruttarle per migliorare le nostre condizioni di vita.

Le città sommerse dal cemento non piacciono più a nessuno: è sempre più evidente il bisogno di un ritorno alla semplicità e alla serenità che solo la natura può garantire.
In poche parole, c’è bisogno di più verde! In questo articolo sono raccolte alcune idee per la realizzazione di un giardino condominiale, nel rispetto della legge e delle esigenze di uomini e piante.

 

 

 

 

Quali sono i parametri da tenere conto in un contesto condominiale?

Un giardino condominiale può avere diverse esigenze che un professionista saprà valutare con attenzione, capace di presentare proposte adatte al contesto e alle necessità.

La scelta del progetto a migliorare  il verde condominiale e gli spazi comuni risponde a domande specifiche, che tengono conto di:

  • Regolamento del condominio
  • Disposizioni in merito all’altezza massima delle piante
  • Esposizione alla luce del sole
  • Eventuali esigenze di privacy

Perché rivolgersi ad un progettista?

Per le motivazioni e i parametri sopra riportati in primis.

Secondariamente solo con un progetto ben dettagliato e un computo metrico che stimi la somma economica l’assemblea condominiale può deliberare e decidere cosa fare e come farlo.

Terzo e non ultimo punto il professionista sa dare indicazioni in merito ad opere edilizie, arredo urbano ed è in grado di presentare le pratiche autorizzative se necessarie e fare la direzione lavori.

Non fidarsi del solito manutentore o del fai da tè!!!

I consigli dell’esperto in botanica

I professionisti consigliano nel caso di piantumazione

Alberi ad alto fusto per creare ombra
a questo scopo, sono particolarmente indicati: Tigli, aceri e robinie

Alberi a mezzo fusto per arredare e dare colore
in particolare: lagerstroemia, melograno e ciliegio