Giardini pensili e tetti verdi

Non è un caso che i primi giardini pensili di cui si ha memoria, i Giardini pensili di Babilonia, facciano parte delle 7 meraviglie del mondo antico.

I Giardini pensili e i tetti verdi rappresentano le ultime tendenze in tema di design architettonico, architettura del paesaggio e architettura green: dai tetti verdi dei palazzi cittadini, ai tappeti erbosi sopra ai parcheggi urbani, a spazi verdi negli ospedali che proiettano le cure all’esterno ed “alleggerirle” grazie al contatto con la natura e le piante.

I Giardini pensili di Babilonia pare decorassero una grande costruzione disposta su vari piani terrazzati, nelle vicinanze del fiume  Eufrate dal quale era facile raccogliere l’acqua necessaria all’irrigazione; l’acqua raggiungeva le aeree verdi con con sistemi di ruote e cisterne e abbelliva lo spazio anche con cascate e ruscelli. I giardini pensili, come anche il tetti verdi, sono aree verdi dove i vegetali non crescono a diretto contatto con il suolo naturale, ma sfruttano come base strutture architettoniche piane o inclinate non necessariamente più in alto rispetto al livello del terreno. Sono quindi perfetti per creare scorci verdi laddove è impossibile allestire un normale giardino a terra, arricchire spazi cittadini con risultati sempre molto scenografici e apprezzati.

Tecnicamente la realizzazione di un buon giardino pensile non può prescindere da un ottimo sistema di drenaggio dell’acqua  e un buon sistema di irrigazione; l’utilizzo dei corretti accorgimenti tecnici, che specialisti come gli architetti del paesaggio mettono sapientemente in pratica, permette di migliorare il microclima della base generando un  notevole isolamento termico. Con la loro diffusione oltre a migliorare l’impatto estetico e scenografico dei luoghi, migliora l’ambiente urbano e si combatte l’inquinamento atmosferico a colpi di piante  e fotosintesi!

 

 

Alcuni esempi:

La High Line di New York: uno straordinario parco lineare realizzato sui resti di una vecchia ferrovia ed ora uno dei parchi più visitati e apprezzati al mondo. Su progetto del botanico Piet Oudolf, piante di vario tipo e graminacee sono perfettamente integrate e il risultato è un giardino gradevole e ricco in qualsiasi stagione dell’anno.

 

 

 

 

Al Policlinico Gemelli di Roma è stato realizzato il nuovo Centro di farmacologia clinica dedicato alle donne in uno spazio più confortevole e green: uno spazio green pensile da fruire a piedi nudi sull’erba, per portare fuori dalle mura cure pesanti ed alleggerirle grazie al contatto con la natura.

E chissà quanti altri esempi potremo trovare nelle nostre città…per un futuro migliore!!!